Iperconvergenza

 

Cos’è l’iperconvergenza? Semplifica le operazioni IT

Posted by Gruppo Xera
05 Marzo 2018 | Storage, Sistemi IT

L'iperconvergenza consente di semplificare le operazioni IT abbattendo i silo tradizionali e di gestire lo storage, l’elaborazione, la rete e la virtualizzazione con lo stesso hardware.

Definizione di iperconvergenza

L’iperconvergenza, come la convergenza, elimina i tradizionali problemi di gestione dell’IT raggruppando servizi di data center, quali server, storage e rete per poterli gestire con una sola applicazione. Diversamente dalla convergenza, l’iperconvergenza è un’infrastruttura software-defined che separa le operazioni dell’infrastruttura dall’hardware di sistema facendole convergere a livello di hypervisor in un singolo blocco (da cui il termine iperconvergenza). I sistemi iperconvergenti utilizzano l’intelligence software-defined per abbattere i silo di storage ed elaborazione eseguirli e gestirli sulla stessa piattaforma di server, eliminando in questo modo le inefficienze e accelerando l’elaborazione.

Perché l’iperconvergenza?

I sistemi iperconvergenti consentono di gestire in modo ottimale un’infrastruttura complessa, accelerare i carichi di lavoro virtualizzati, ridurre la complessità, migliorare l’efficienza operativa e ridurre i costi. L’iperconvergenza offre l’affidabilità, la disponibilità, le prestazioni e la capacità necessarie, predisponendo nel contempo l’infrastruttura IT per il futuro e abbassando il costo totale di proprietà (TCO). In generale, un’infrastruttura iperconvergente:

  • 1. consente la gestione centralizzata degli ambienti virtuali tramite una singola interfaccia, in modo tale da ridurre le attività più complesse
  • 2. offre acquisizione, distribuzione, supporto e gestione semplificati
  • 3. offre un approccio modulare scalabile facilmente espandibile