OBIETTIVI 2025

PER LA R³

L’Agenda 2025 di Weeko per il raggiungimento della R3 è un programma d’azione sostenibile che risponde in modo concreto e condiviso alle esortazioni lanciate dall’Agenda 2030 dell’ONU.

Agenda 2025
Programma Weeko

Rispondendo in maniera concreta ai 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU, l’agenda 2025 di Weeko ingloba un programma d’azione nell’ambito della gestione “pulita e inclusiva” della tecnologia in end-of-life, per un totale di 10 obiettivi finalizzati allo sviluppo del lavoro sociale dignitoso, della riduzione della disuguaglianza tecnologica e, non per ultimo, dell’inquinamento ambientale.

Il progetto Weeko è nato nel 2010 e, attraverso l’Agenda 2025, si cercano le partnership per il raggiungimento degli obiettivi nell’arco dei prossimi 3 anni: insieme si somma l’impegno per portare il mondo sulla strada della sostenibilità.

Per trasformazione dei RAEE si intende la promozione dell’efficienza gestionale e massimizzazione del rendimento del patrimonio aziendale Office e IT in end-of-life attraverso lo smaltimento responsabile e valorizzazione degli stessi. La sua attuazione contribuisce alla realizzazione dei piani dell’economia circolare e alla riduzione dei costi economici e ambientali.

L’obiettivo N.1 dell’Agenda 2025 Weeko risponde all’obiettivo N.12 dell’Agenda 2030 ONU.

Il consumo e la produzione sostenibile puntano a “fare di più e meglio con meno”, aumentando i benefici in termini di benessere tratti dalle attività economiche, attraverso la riduzione dell’impiego di risorse, del degrado e dell’inquinamento nell’intero ciclo produttivo, migliorando così la qualità della vita.

source: UNIRIC – OB.12

La contrattualizzazione e gestione etica dei RAEE è un requisito all’ingresso per poter instaurare un dialogo collaborativo tra i partner dell’Agenda 2025 Weeko. La sua attuazione contribuisce allo sviluppo di istituzioni efficaci, responsabili e trasparenti e garantisce un processo decisionale responsabile, aperto a tutti, partecipativo e rappresentativo a tutti i livelli.

L’obiettivo N.2 dell’Agenda 2025 Weeko risponde all’obiettivo N.16 dell’Agenda 2030 ONU.

L’obiettivo numero 16 degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile è dedicato alla promozione di società pacifiche ed inclusive ai fini dello sviluppo sostenibile, e si propone inoltre di fornire l’accesso universale alla giustizia, e a costruire istituzioni responsabili ed efficaci a tutti i livelli.

source: UNIRIC – OB.16

Le opportunità di lavoro derivate dal processo di trasformazione dei RAEE, inteso come recupero degli asset e delle materie prime, sono destinate alla creazione di posti di lavoro di qualità per persone con disabilità, anche sociali. La sua attuazione contribuisce all’inclusione sociale e un accesso equo ad un’istruzione tecnica e professionale che sia economicamente vantaggiosa e di qualità.

L’obiettivo N.3 dell’Agenda 2025 Weeko risponde agli obiettivi N.4 e 8 dell’Agenda 2030 ONU.

Un’istruzione di qualità è la base per migliorare la vita delle persone e raggiungere lo sviluppo sostenibile.

source: UNIRIC – OB.4

Una crescita economica e sostenibile richiederà alle società di creare condizioni che permettano alle persone di avere posti di lavoro di qualità, che stimolino le economie e al tempo stesso non danneggino l’ambiente.

source: UNIRIC – OB.8

Essere parte attiva nello sviluppo del progresso tecnologico sociale, in particolare delle fasce meno abbienti, significa generare delle condizioni di accesso equo alla tecnologia: l’impegno Weeko consiste destinare parte delle apparecchiature rigenerate a chi di fatto non potrebbe fruirne. La sua attuazione contribuisce al raggiungimento degli obiettivi per l’istruzione universale e alla riduzione delle disuguaglianze tra le persone.

L’obiettivo N.4 dell’Agenda 2025 Weeko risponde all’obiettivo N.4 dell’Agenda 2030 ONU.

Garantire l’accesso all’istruzione superiore – compresa la formazione professionale, le tecnologie dell’informazione e della comunicazione e i programmi tecnici, ingegneristici e scientifici – sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo

source: UNIRIC – OB.4

Weeko ha il compito di individuare metodologie per il riuso e il riciclo di materie prime e oggetti che, normalmente, verrebbero considerati rifiuti, al fine di reinserirli all’interno del nuovo ciclo produttivo per generare innovazione, come ad esempio oggetti di design per arredo urbano o protesi medicali, entrambi ecosostenibili.

L’obiettivo N.5 dell’Agenda 2025 Weeko risponde agli obiettivi N.3,9 e 11 dell’Agenda 2030 ONU.

Supportare lo sviluppo tecnologico interno, la ricerca e l’innovazione nei paesi in via di sviluppo, anche garantendo una politica ambientale favorevole, inter alia, per una diversificazione industriale e un valore aggiunto ai prodotti.

source: UNIRIC – OB.9

Entro il 2030, fornire accesso universale a spazi verdi e pubblici sicuri, inclusivi e accessibili, in particolare per donne, bambini, anziani e disabili.

source: UNIRIC – OB.11

La possibilità di trasformare i dispositivi tecnologici in end-of-life in prodotti refurbished (second-life) rappresenta la preziosa opportunità di prevenire e ridurre in modo significativo ogni forma di inquinamento, marino e terreno.

L’obiettivo N.6 dell’Agenda 2025 Weeko risponde agli obiettivi N.14 e 15 dell’Agenda 2030 ONU.

Entro il 2025, prevenire e ridurre in modo significativo ogni forma di inquinamento marino, in particolar modo quello derivante da attività esercitate sulla terraferma.

source: UNIRIC – OB.14

Intraprendere azioni efficaci ed immediate per ridurre il degrado degli ambienti naturali, arrestare la distruzione della biodiversità.

source: UNIRIC – OB.15

Grazie al riciclo responsabile e al riutilizzo degli oggetti refurbished e dei materiali estratti si riduce la necessità di estrarre ed elaborare le materie prime per la fabbricazione di nuovi prodotti.

L’obiettivo N.7 dell’Agenda 2025 Weeko risponde agli obiettivi N.13, 14 e 15 dell’Agenda 2030 ONU.

Integrare le misure di cambiamento climatico nelle politiche, strategie e pianificazione nazionali.

source: UNIRIC – OB.13

Entro il 2025, prevenire e ridurre in modo significativo ogni forma di inquinamento marino, in particolar modo quello derivante da attività esercitate sulla terraferma.

source: UNIRIC – OB.14

Intraprendere azioni efficaci ed immediate per ridurre il degrado degli ambienti naturali, arrestare la distruzione della biodiversità.

source: UNIRIC – OB.15

Per avere successo, l’agenda per lo sviluppo sostenibile richiede partenariati tra governi, settore privato e società civile. Queste collaborazioni inclusive, costruite su principi e valori, su una visione comune e su obiettivi condivisi, che mettano al centro le persone e il pianeta, sono necessarie a livello globale, regionale, nazionale e locale.

L’obiettivo N.8 dell’Agenda 2025 Weeko risponde all’obiettivo N.17 dell’Agenda 2030 ONU.

Rafforzare la cooperazione Nord-Sud, Sud-Sud, la cooperazione triangolare regionale e internazionale e l’accesso alle scoperte scientifiche, alla tecnologia e alle innovazioni, e migliorare la condivisione della conoscenza sulla base di modalità concordate attraverso un maggior coordinamento tra i meccanismi già esistenti in particolar modo a livello delle Nazioni Unite e attraverso un meccanismo globale di accesso alla tecnologia.

Promuovere nei paesi in via di sviluppo la crescita, lo scambio e la diffusione di tecnologie rispettose dell’ambiente a condizioni favorevoli, attraverso patti agevolati e preferenziali stabiliti di comune accordo.

source: UNIRIC – OB.17

Il programma Weeko prevede di destinare a Enti no-Profit parte del ricavato derivato dal processo di recupero delle materie prime e loro trasformazione, contribuendo ad assicurare che tutti gli uomini e le donne, in particolare i più poveri e vulnerabili, abbiano uguali diritti alle risorse economiche.

L’obiettivo N.9 dell’Agenda 2025 Weeko risponde all’obiettivo N.1 dell’Agenda 2030 ONU.

Garantire una adeguata mobilitazione di risorse da diverse fonti, anche attraverso la cooperazione allo sviluppo, al fine di fornire mezzi adeguati e affidabili per i paesi in via di sviluppo, in particolare i paesi meno sviluppati, attuando programmi e politiche per porre fine alla povertà in tutte le sue forme

Creare solidi sistemi di politiche a livello nazionale, regionale e internazionale, basati su strategie di sviluppo a favore dei poveri e sensibili alle differenze di genere, per sostenere investimenti accelerati nelle azioni di lotta alla povertà.

source: UNIRIC – OB.1

Lo “scarto zero” è l’obiettivo cardine di tutto il programma Weeko, rappresenta una sfida globale ma si può raggiungere solo attraverso la sensibilizzazione e le azioni concrete di ogni singolo individuo. La sua attuazione passa attraverso un cambiamento istituzionale, comportamentale e tecnologico considerevole che offrirà una possibilità migliore affinchè il riscaldamento globale non superi la soglia massima.

L’obiettivo N.10 dell’Agenda 2025 Weeko risponde all’obiettivo N.13 dell’Agenda 2030 ONU.

Migliorare l’istruzione, la sensibilizzazione e la capacità umana e istituzionale per quanto riguarda la mitigazione del cambiamento climatico, l’adattamento, la riduzione dell’impatto e l’allerta tempestiva

source: UNIRIC – OB.13

WE’RE WORKING FOR R³.

RECYCLE. REINVENT. RECREATE.

Back to top